Un anno che finisce è sempre il momento perfetto per riflettere su quello che è stato, e su quello che sarà.

Cosa è stato per noi il 2021?

Un anno di incredibili cambiamenti, di sacrifici ripagati, di percorsi da reinventare. In una situazione molto difficile, con la pandemia che non accennava a mollare la presa, il nostro team ha affrontato una grande sfida, l’apertura di un nuovo showroom, in cui tante aspettative erano riposte e su cui tanti hanno scommesso. È stata una scommessa vinta, che nei mesi ha mostrato tanti lati positivi e tanti momenti da ricordare.

Uno showroom che non abbiamo ancora potuto condividere con i nostri clienti con una grande festa, quella che avevamo immaginato fin da quando era solo un sogno, che a volte sembrava più grande di noi.

Uno showroom, però, che è stato finalmente presentato agli addetti ai lavori nel corso di una serata entusiasmante, al fianco di Veneta Cucine e di tanti architetti e amici, durante l’evento “Be personal”.

“Anche in questo anno e mezzo così delicato, non ci siamo mai fermati. Le persone hanno riscoperto il gusto della casa e hanno avuto voglia di rinnovare la propria abitazione, al cui interno la cucina è naturalmente l’elemento principe. L’evento ‘Be Personal’ si è rivolto in particolare ad architetti e professionisti del settore perché è soprattutto con loro che collaboriamo nella definizione delle proposte migliori da presentare ai nostri clienti”.

Lo ha ricordato Luigi Berardi, fondatore e cuore pulsante di Opera Arredamenti, nel corso della serata di presentazione del Centro Veneta Cucine, nella zona nevralgica di Via Gregorio VII 309 a Roma.

Tanto lavoro, dunque, ma soprattutto tante persone, tanti momenti e tanti ricordi da custodire. Abbiamo accolto nuovi architetti all’interno del nostro team, altri ne abbiamo incontrati all’esterno, perché vicini al nostro modo di gestire un lavoro di progettazione e arredamento. Il 2021 è stato, poi, teatro dell’esplosione di L’Opera Ristrutturazioni, con una sede dedicata e tante novità che vi racconteremo in queste settimane.

Abbiamo sofferto e stretto i denti, perché riuscire a non fermare le attività con tutti gli impedimenti dell’ultimo anno e mezzo non è stato semplice. Ci siamo riusciti grazie a una squadra che non si è tirata mai indietro, che ha lavorato senza sosta e che non possiamo smettere di ringraziare per aver reso tutto questo possibile.

Al 2022 chiediamo la stessa felicità di quest’anno, e case meravigliose per tutti i nostri clienti: tanti auguri dal Gruppo Opera!

Pin It on Pinterest

Share This